top of page

Sciroppo di fiori di Sambuco: il buono della Liguria

L'arrivo della bella stagione porta nuove fioriture e segna l’inizio delle preparazioni per la mia dispensa. Può sembrare faticoso, ma verremo ripagati quando potremo assaporare queste delizie fuori stagione!

Proprio così, mi piace avere in dispensa sciroppi e marmellate, per impreziosire con una coccola le mie ricette.




La prima preparazione, in ordine di tempo, è lo sciroppo di fiori di sambuco, che iniziano a fiorire da maggio fino a luglio, a seconda dell’altitudine.

Alcune piccole accortezze:

  • sii certo di raccogliere i fiori dall'arbusto del Sambuco Nigra e non quelli della specie velenosa

  • L’arbusto è molto grosso e alto, può raggiungere i 7 mt di altezza e i suoi fiori sono sparsi per tutto il ramo, quello velenoso è un cespuglio che non raggiunge più di 1,5 mt di altezza e ha un singolo fiore all’apice del ramo.

  • raccogli i fiori in un luogo poco inquinato, dove non passano molte autovetture, ancora meglio in un bosco.



I fiori si sambuco hanno un profumo delicato e dolcissimo e molteplici proprietà:

-diuretica, emolliente, antinevralgica, lassativa, depurativa, antireumatica, stimolante della secrezione bronchiale

  • favorisce la sudorazione così da eliminare le tossine e abbassare la febbre

  • calma stati di tosse, asma, bronchite, raffreddore, catarro e sinusite. (fonte tuttogreen.it)


A me piace avere grandi scorte di sciroppo per utilizzarlo in diversi modi :

  • in acqua fredda, diluito a seconda del proprio gusto

  • sempre in acqua fredda come base per acque aromatiche, aggiungendo elicriso, erba luisa, melissa, fette di limone, zenzero, creando bevande dissetanti per l'estate

  • in acqua calda, come tisana calmante e contro il raffreddore.



SCIROPPO DI FIORI DI SAMBUCO

Ingredienti:

14 fiori di sambuco

3 limoni bio

1,2 lt di acqua a temperatura ambiente

zucchero

Procedimento:

Raccogli i fiori in una bella giornata di sole, sistemali in una pentola levando i gambi più grossi. Lava e taglia a fettine sottili i limoni, sistemali sopra i fiori e aggiungi l’acqua. Chiudi con un coperchio e lascia a macerare per 24/36 ore. Trascorso questo tempo strizza bene sia i fiori che i limoni, filtra il liquido e pesalo. Versa in una casseruola e aggiungi tanto zucchero quanto era il peso del  liquido. Metti su fuoco medio e porta a ebollizione per 15 min. Sterilizza le bottiglie e versa lo sciroppo bollente.


Fammi sapere se hai preparato lo sciroppo con questa ricetta e, soprattutto, se ti è piaciuto!


L'arrivo della bella stagione porta nuove fioriture e segna l’inizio delle preparazioni per la mia dispensa.

Proprio così, mi piace avere in dispensa sciroppi e marmellate, per impreziosire con una coccola le mie ricette!

La prima preparazione, in ordine di tempo, è lo sciroppo di fiori di sambuco, che iniziano a fiorire da maggio a luglio, a seconda dell’altitudine.

Sii certo di raccogliere i fiori dal Sambuco Nigra e non quelli della specie velenosa!!

L’arbusto è molto grosso e alto, può raggiungere i 7 mt di altezza e i suoi fiori sono sparsi per tutto il ramo; quello velenoso è un cespuglio che non raggiunge più di 1,5 mt di altezza e ha un singolo fiore all’apice del ramo.

I suoi fiori hanno un profumo delicato e dolcissimo,  hanno molteplici proprietà:

-diuretica, emolliente, antinevralgica, lassativa, depurativa, antireumatica, stimolante della secrezione bronchiale

-favorisce la sudorazione così da eliminare le tossine e abbassare la febbre

-calma stati di tosse, asma, bronchite, raffreddore, catarro e sinusite.

A me piace avere grandi scorte di sciroppo per utilizzarlo in diversi modi :

in acqua fredda, diluito a seconda del proprio gusto

sempre in acqua fredda come base per le acque aromatiche, aggiungendo elicriso o erba luisa oppure in acqua calda, come tisana calmante e contro il raffreddore.






28 visualizzazioni0 commenti
bottom of page