top of page

Visita alla Cattedrale di San Lorenzo di Genova e alla sua torre

Aggiornamento: 6 gen

Eretta intorno all'anno 1098 su una precedente basilica del V-VI secolo, la maestosa Cattedrale di San Lorenzo Martire è il cuore spirituale di Genova, custodendo le sacre ceneri del patrono della città, San Giovanni Battista, arrivate alla fine della Prima Crociata.


Il suo imponente stile architettonico, un mix di romanico e gotico, si presenta con due leoni ottocenteschi ai lati della facciata. La cattedrale, consacrata nel 1118 in sostituzione della basilica dei Dodici Apostoli, offre una facciata marmorea a strisce bianche e nere, sormontata da due torri campanarie. La torre di destra si eleva con un campanile, mentre quella di sinistra si chiude in una graziosa loggetta. I portali laterali sono dedicati a San Giovanni e a San Gottardo.


L'interno, composto da tre navate precedute da un atrio risalente alla fine del Duecento, accoglie i visitatori in un'atmosfera carica di storia e devozione. La cupola, opera di Galeazzo Alessi, risale al 1536, arricchendo ulteriormente la bellezza e l'importanza artistica della Cattedrale di San Lorenzo.


All'interno della suggestiva Cattedrale, una testimonianza tangibile della storia recente è la copia esatta di un grosso proiettile "di marina", una presunta bomba lanciata da una fregata inglese nel 1941 durante la Seconda Guerra Mondiale. Fortunatamente, questo ordigno non esplose e oggi si trova esposto, ricordando i tempi difficili attraversati dalla città.


Si narra che una comunità cristiana stabile fosse già presente a Genova nella metà del III secolo, usando la zona di San Lorenzo come luogo di sepoltura. Una delle storie più incantevoli è legata a una statuina di un cane scolpita sulla facciata della chiesa. La leggenda vuole che chi riesce a individuare questa statua e a accarezzarla sarà destinato a trovare l'amore della sua vita. Un invito, quindi, a tenere gli occhi ben aperti durante la visita al Duomo.


Un altro simbolo misterioso è una scacchiera verso la base della torre di sinistra, composta da 64 caselle rosse e bianche. Alcuni suggeriscono che possa essere collegata ai cavalieri Templari, mentre un'altra versione suggerisce una connessione con una partita a scacchi tra Genova e Pisa, risolta a favore dei genovesi. Un mix affascinante di storia, leggende e simboli unici da scoprire all'interno di questa straordinaria Cattedrale.


Visita alle Torri


Il Museo Diocesano, in collaborazione con la Cattedrale di San Lorenzo, offre emozionanti visite guidate all'interno di questo capolavoro architettonico. Il percorso inizia con la salita alla Tribuna del Doge, un punto strategico da cui ammirare una vista mozzafiato sulla maestosa navata centrale. Un'esperienza unica per immergersi nella magnificenza della Cattedrale e coglierne i dettagli architettonici.


Il tour culmina con la salita alla Loggia di Giovanni da Gandria, situata sulla torre di nord-est. Da questo punto privilegiato, i visitatori possono godere di una prospettiva straordinaria, ammirando l'intera città con uno sguardo panoramico. Un'opportunità irripetibile per abbracciare la bellezza di Genova dall'alto e per lasciarsi incantare dalla storia che si svela sotto lo sguardo attento dei suoi visitatori.



3 visualizzazioni0 commenti
bottom of page