top of page

Giardini di Villa della Pergola, Alassio: uno dei parchi più belli d'Italia

Aggiornamento: 6 mag

Nel Ponente Ligure, poco lontano da Albenga e a due passi dal mare di Alassio, i Giardini di Villa della Pergola sorgono in tutto il loro splendore. Abbiamo avuto la fortuna di visitarli in una calda domenica di aprile, quando la loro collezione di glicini era completamente in fiore. Vi portiamo con noi alla scoperta di questo splendido parco.


Le origini di Villa della Pergola.

Villa della Pergola sorge sulle colline di Alassio, un tempo un borgo di pescatori, oggi rinomata località turistica. E' stata una delle prime ville ad essere costruite dai britannici, nell'800 molto interessati alla Liguria, voluta dal militare William Montagu Scott McMurdo nel 1875, come residenza invernale e primaverile in Italia. Venne edificata vicino al Villino, detto Villino Napier, trasformando un podere ligure di campagna in un vero e proprio parco, dove vennero introdotte diverse piante e fiori ornamentali, che trovarono il clima ideale per la loro crescita nel territorio ligure. Alcune piante che troviamo oggi sono originali dell'epoca e continuano a sfoggiare la loro bellezza. L'architettura e le decorazioni della Villa e del Villino sono di ispirazione orientale, molto di moda ai tempi, e la ceramica diventa protagonista degli esterni.



La Villa ai giorni nostri.

Successivamente la Villa passò in mano a diverse famiglie britanniche, tra cui i già famosi Henbury, fino ad arrivare ai figli De Martini di Albenga. Venne poi messa all'asta, rischiando di essere demolita a favore di condomini e palazzine moderni: fortunatamente venne però comprata dall'autore televisivo Antonio Ricci, che acquistò interamente la Villa e i due ettari e mezzo di giardino. I lavori di ristrutturazione, durati 6 anni, portarono quindi all'apertura al pubblico nel 2012, insieme ad una struttura alberghiera e ad un ristorante.





Le piante dei Giardini.

Come già accennato, sono presenti ancora oggi piante portate dai britannici, ne troviamo alcune che hanno anche 120 anni. Il protagonista è sicuramente il glicine, una pianta considerata infestante proveniente dal Giappone, presente sia viola che bianco. Aprile e maggio sono sicuramente i mesi migliori per godere del pergolato di glicini della Villa, uno dei più belli della Liguria e d'Italia. Verso l'estate è possibile ammirare invece la fioritura di agapanti, con il loro intenso colore viola, di cui sono presenti circa 5000 esemplari, facendone così la collezione più grande d'Europa. Vennero introdotti anche diversi tipi di piante grasse, come il cactus mirtillo, piante esotiche come le palme e i banani, piante antichissime come la wollemia nobilis, la cui specie risale a milioni di anni fa, e la strelitzia, il cui fiore viene detto anche "uccello del paradiso". E' presente anche un piccolo e profumato agrumeto, ricco di limoni, chinotti, arance rugose, pomeli e mandarini. Queste ovviamente sono solo alcune delle tantissime specie che potrete trovare in giro per i giardini.




La visita alla Villa.

Tutte queste meraviglie hanno confermato i Giardini di Villa della Pergola come una delle meraviglie botaniche della Riviera Ligure e del Mediterraneo, vincendo anche il premio "Il Parco più bello d'Italia" nel 2022. Per poter accedere ai Giardini è necessario prenotare l'accesso, esclusivamente con visita guidata, dove verrete accompagnati dallo staff della Villa e dove vi verranno raccontati aneddoti e indicate le specie più belle da vedere. Per acquistare i vostri biglietti, potete farlo direttamente sul loro sito ufficiale. Vengono organizzati anche incontri e workshop, potete tenervi aggiornati anche sulla loro pagina IG.


Giardini di Villa della Pergola

Via Privata Montagu, 9

17021 Alassio (Sv)

I Giardini sono aperti dal 23 marzo a novembre.

Ingresso solo con visite guidate con prenotazione obbligatoria. 

La visita dura circa 80 minuti.

Orari: tutti i giorni | 9.30 - 11.30 - 15.00 - 17.00



Post recenti

Mostra tutti
bottom of page